Anni80: seconda parte

Ottobre 30th, 2007 by giancarlo

Sei figlio degli anni ‘80 se:

  • almeno una volta nella vita ti sei chiesto cosa fosse di preciso un “razzomissile” e come funzionassero i “circuiti di mille valvole”
  • almeno per una volta ti sei chiesto per quale misteriosa legge fisica, Mimì riuscisse a far scomparire il pallone e a farlo riapparire a cazzo sul campo di pallavolo…e sempre rigorosamente dentro la linea.
  • ti sei chiesto almeno una volta quanto fosse alta la rete del suddetto campo.
  • ti sei chiesto quanto fosse lungo il campo di Holly & Benji dal momento che si vedeva la linea dell’orizzonte.
  • ti ricordi di Licia Colò che, al posto di parlar con gli orsi bianchi, parlava coi cani rosa.
  • ti ricordi di quando Gerry Scotti era ancora un dj
  • hai ballato almeno una volta Reality (del tempo delle mele) a distanza di sicurezza e sotto la sorveglianza di insegnante o genitore che sia. Magari con una scopa in mano.
  • ti sei incazzato almeno una volta perchè tua madre non ti ha comprato l’Allegro Chirurgo.
  • ricordi quando le Barbie non subivano ancora mutazioni genetiche bagnandole con l’acqua calda o fredda.
  • ti ricordi di giocattoli geniali come il Forno Harbert, la Macchina per lo zucchero filato Harbert, la Gelatiera Harbert, la Macchina dei popcorn Harbert…
  • il tuo idolo a colazione era un malato di mente romanista con il fantasioso nome di Mago Galbusera.
  • a furia di biscottini del Malato di Mente Galbusera anche casa tua sembrava un covo romanista: a colazione indossavi una tuta rossa e gialla, prendevi i biscotti da una biscottiera rossa e gialla, li inzuppavi nel latte in una tazzona da 3 litri rossa e gialla, …
  • non sei mai riuscito a completare il Cubo di Rubik.
  • baravi staccando le etichette colorate del Cubo di Rubik.
  • baravi staccando i cubetti del Cubo di Rubik perchè le etichette non si incollavano più.
  • ti ricordi quando le sorpresine non erano dentro gli ovetti, ma nelle merendine. E non si collezionavano. Si perdevano.
  • ti ricordi quando al piccolo MugnaioBianco Clementina (comprensibilmente) dava il due di picche (Sarà per via delle dimensioni? Una generazione di uomini con l’incubo delle misure per colpa dei pubblicitari?).
  • ti ricordi quando a scuola si spacciavano le gomme profumate.
  • ogni volta che pigli un traghetto ti viene in mente Gopher e ti metti sul ponte a canticchiare: “…mare profumo di mareeee…con l’amore io voglio giocareeee…”
  • hai creduto almeno una volta in vita tua che i Righeira fossero davvero fratelli.
  • ti ricordi quando Paolo Rossi era ancora il nome di un calciatore
  • ti ricordi quando il Milan era in serie B e l’Inter vinceva ancora gli scudetti
  • ed infine… sei in grado di completare la seguente frase: “…arriva presto, finisce presto e di solito non pulisce il…”

magogallchir2

jerry Dolceforno

Posted in Il senso della vita |

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.